Lo sai che potresti soffrire della Sindrome di Wonder Woman?

    sindrome di wonder woman

    Hai mai sentito parlare della Sindrome di Wonder Woman? E’ una sindrome di cui molte donne soffrono, spesso senza saperlo, e che le porta in poco tempo sull’orlo del tracollo fisico.

    Wonder woman è un personaggio dei fumetti creato negli anni ‘40, per bilanciare la totalitaria presenza maschile . L’idea di base era buona peccato che poi con gli anni sia stata declinata in maniera assolutamente non favorevole alle donne stesse.

    Infatti le donne hanno acquistato molti diritti che prima non avevano ma non sono riuscite a liberarsi della forte influenza culturale che le porta a voler essere contemporaneamente anche l’angelo del focolare e una mamma perfetta.

    Nessuno è perfetto.

    La donna con la sindrome di Wonder Woman cerca di dimostrare al mondo di essere una superdonna in grado di fare e gestire tutto e vuole, più o meno consciamente, dimostrare di riuscire a farlo senza problemi. 

    Questa donna tende ad essere sempre super impegnata. Oltre a svolgere un lavoro spesso si fa carico di tutte le incombenze di casa, della gestione della famiglia, collabora con le associazioni, risponde di sì a qualunque richiesta di aiuto arrivi (proprio come fa un supereroe dei fumetti).

    Mette sempre gli altri e le loro esigenze davanti alle proprie e si occupa di tutto da sola senza chiedere aiuto. Il problema è che per fare ciò non ha mai tempo per sé e non si cura di sé stessa (né da un punto di vista fisico né mentale).

    La donna con la sindrome di Wonder Woman è la multitasking per eccellenza, che tende a fare molte cose contemporaneamente. In molti casi è anche una perfezionista ambiziosa con la necessità di dimostrare a tutti che si può fare ed essere anche bravi.

    Ma cosa si nasconde dietro la sindrome di Wonder Woman?

    Spesso il problema più grande che hanno le donne che ne soffrono è la mancanza di autostima. Queste donne ricercano la conferma del proprio valore nell’opinione altrui e in ciò che riescono a portare a termine. Sono donne alla continua ricerca di conferme. 

    Si paragonano alle altre donne e vedono in loro un modello di perfezione da seguire, peccato che la perfezione non esista e che spesso quello che vedono è solo ciò che gli altri vogliono mostrare.

    Non si rendono conto che in realtà spesso stanno prendendo come termine di paragone qualcosa che non è reale. Quante volte infatti abbiamo a che fare con persone che in apparenza sembrano avere una vita perfetta salvo poi scoprire che così non è? Le vite dei personaggi famosi sono piene di esempi simili. 

    Spesso però quello che viene mostrato è solo ciò che si vuole che gli altri vedano, proprio come sui social vengono caricate solo foto ricercate e spesso editate per apparire al meglio.

    Come si può guarire dalla Sindrome di Wonder Woman?

    Se hai capito di soffrire anche tu di questa sindrome, e hai deciso che vuoi liberartene, devi cominciare a lavorare sulla tua autostima e su quelle che credi essere verità.

    Ricordati quindi che:

    • La perfezione non esiste. Nonostante il mondo oggi ci mostri esempi di perfezione è tutto finto. Non esiste in tv o sui social e non esiste nel mondo reale. Se hai a che fare con persone che ti sembrano essere perfette prova a guardare oltre ciò che ti mostrano e ti accorgerai che le loro vite sono diverse da come sembrano (recentemente ho visto il film Bad Mums, che scardina in modo divertente l’idea della mamma perfetta)
    • Il tempo è limitato. Lo so che potrà sembrarti ingiusto ma così è. Il tempo è una risorsa equa (è uguale per tutti) ma ciò non toglie che sia limitato.  Impara a capire che non si può fare tutto contemporaneamente e che nella vita è necessario darsi delle priorità, lavorando per prime su quelle
    • Lavora sulla tua autostima. Lo so che non è facile ma è davvero indispensabile che tu cominci a ripensare un po’ a te e a quello che vali. Non sei una donna peggiore se non riesci a portare a termine tutti i compiti che ti eri data, se dici di no alle cose che non ti interessano o se a volte non sei perfetta
    • Chiedi aiuto e condividi i compiti. Ricorda che non sei una schiava, quindi non devi per forza fare tutto quello che gli altri vogliono né essere sempre a disposizione. Non c’è niente di male a chiedere aiuto a chi ti è vicino e a condividere i compiti (e non aspettare di essere sul punto del tracollo fisico per farlo, comincia subito)
    • Impara a prendere del tempo per te. Tu sei una persona e vali esattamente come chiunque altro e proprio come chiunque altro hai bisogno di dedicarti del tempo ed avere cura di te. E’ importante ed è giusto che sia così. Impara a ritagliarti del tempo per te e fai in modo che gli altri lo rispettino. In questo modo ti sentirai e vivrai meglio.

     

    Senti il bisogno di dare una svolta alla tua vita ma la paura ti blocca e non sai da dove cominciare? Scarica la mia guida gratuita e scoprirai quali sono i passi necessari per cominciare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *